Crittografia e Virtualizzazione: Difese da Implementare Contro i Pirati Informatici

Crittografia e Virtualizzazione: Difese da Implementare Contro i Pirati InformaticiGli attacchi informatici degli ultimi tempi sono molto avanzati e subdoli, inoltre la normativa sulla privacy diviene sempre più restrittiva ed è facile incorrere in sanzioni.

Per questo è diventato necessario anche per le PMI adottare sistemi di sicurezza informatica che sono diventati pratica comune nelle grandi aziende già da un po' di tempo.

Sicurezza Informatica, PMI, Virtualizzazione, Crittografia

Crittografia e Virtualizzazione: Difese da Implementare Contro i Pirati InformaticiGli attacchi informatici degli ultimi tempi sono molto avanzati e subdoli, inoltre la normativa sulla privacy diviene sempre più restrittiva ed è facile incorrere in sanzioni.

Per questo è diventato necessario anche per le PMI adottare sistemi di sicurezza informatica che sono diventati pratica comune nelle grandi aziende già da un po' di tempo.

Dagli ultimi rapporti pubblicati dalla Forrester Research sulla sicurezza informatica si evince come le modalità per proteggersi dalla pirateria informatica vanno verso la crittografia e l'utilizzo di macchine virtuali.

Il mercato delle informazioni per i cyber criminali è diventato meno remunerativo, i semplici dati personali non valgono più molto, per fare un esempio i dati una carta di credito italiana sono stimati intorno ai 15 dollari, questo perchè le banche sono diventate molto restrittive e la sicurezza informatica in generale ha fatto molti passi avanti.

Per quanto riguarda le aziende, le nuove tendenze sono gli attacchi specifici, cioè so che quell'azienda ha qualcosa di valore nel suo sistema informatico e quindi l'attacco, i sistemi più usati al momento sono i soliti trojan oppure lo spear phishing.

Uno dei pericoli principali per le aziende è costituito dalle transazioni online, il cosiddetto e-banking.

Da un pc infetto si può tranquillamente effettuare un attacco man-in-the-middle ed in questo modo i soldi di un bonifico possono finire in conti non tracciabili in mano ai malintenzionati.

Un consiglio per difendersi è quello di utilizzare una macchina virtuale solo per le transazioni online o quasi, in questo modo siamo praticamente certi che questo sistema non venga infettato e le transazioni andranno a buon fine.

Se abbiamo dati di valore in azienda o comunque vogliamo essere più tranquilli viste le ultime normative molto stringenti sulla privacy possiamo rivolgerci ad un altro metodo di protezione: la crittografia.

Crittografando i dati questi non saranno più facilmente leggibili dai malintenzionati e quindi avranno uno scarso valore anche se ci dovessero mettere le mani sopra.